I l   F o n d a t o r e
1434039014957.jpg
Gaetano Failla è nato a Carlentini (SR), dove lavora erisiede. Cultore di Archeologia, ha vinto il “Leone d’argento”per la cultura del territorio. E’ ispettore onorario del parcoarcheologico “Leontinoi” nel territorio di Carlentini.Medico, già sindaco della sua città, ha pubblicato i volumi: Fossili di Sicilia; Testimoni di pietra, S.P.E.S. (centrostudi e ricerche di Palermo); Ex magno et quadrato lapide;L’abbazia di S. Maria di Roccadia e la Basilica delMurgo; le raccolte di poesia: Carlentini; Immagini e Rime;La certezza delle assenze; Vita tremula; I racconti dell’aia.Le pièces; Miseria in casa Denaro; A.A.A. Cercasi perdutoamore; Gorgia leontinoi; Nascita e mito. Presidente eFondatore della sede locale dell’Archeoclub è direttore dellacasa-museo da lui stesso fondata a Carlentini.L’ArticoloL’improvvisa scomparsa del Presidente-fondatore dellasede carlentinese dell’Archeoclub d’Italia Gaetano Failla èstato un colpo durissimo per tutti gli associati, che dasempre hanno trovato nella figura di Failla un punto diriferimento essenziale. Gaetano era infatti molto di più diun semplice Presidente. Per chi ha avuto l’onore, come noi,di stargli accanto era un vulcano di passioni positive cheriusciva a trasmettere in modo contagioso. Non Medicoprestato all’archeologia, ma archeologo, scrittore, poeta,prestato alla medicina. Fino alla fine coltivava grandiprogetti. Poco prima di lasciarci all’improvviso ci avevachiesto di aiutarlo nella pubblicazione completa delle sueopere, in particolare quelle drammaturgiche. Felice diquanto aveva già fatto in questo campo, in particolare coni numerosi volumi dedicati all’archeologia. Aveva anchefondato la Casa-museo di Carlentini, arricchendola deitanti fossili da lui raccolti nel corso di una lunga eappassionata attività. Il suo ultimo romanzo, Il destino diuna sola notte (Metauro Edizioni), di cui abbiamo scritto laPrefazione, era stato l’ennesimo, grande atto d’amore perla sua terra. Perché Gaetano Failla era soprattutto questo:un innamorato della sua Carlentini e della Sicilia. E, cometutti gli innamorati, disposto a qualunque sacrificio, senzachiedere nulla in cambio. Aveva già composto poesie,ricerche, saggi, seguendo un unico filo rosso: la celebrazione delle bellezze siciliane. Lo stesso aveva fatto nell’incessanteorganizzazione di escursioni mirate a scoprire anche i tesoripiù nascosti dell’isola. Pubblicare le sue ultime opere è unimpegno d’onore per i soci di Carlentini, ancora piùimpellente viste le circostanze eccezionali. Come è un puntod’onore dare impulso alle attività dell’associazione, che perGaetano era una creatura prediletta a cui dedicare tanteenergie. Assieme ai tanti che nel corso degli ultimi 25 annihanno preso parte alle numerose attività dell’Archeoclub,Gaetano Failla ha infatti scritto una straordinaria paginaculturale che non può essere in alcun modo dispersa. A chi èrimasto tocca il pesante compito di raccogliere la suaeredità e di dare il massimo. Come lui ha sempre fatto.
 
Alfredo Sgroi (Neo Presidente dell’Archeoclub- Sede di Carlentini) 
Web agency - Creazione siti web Catania